Awards

Il Robotics ResearchGroup del Politecnico e COMAU premiati all’euRobotics Technology Transfer Award

5 Aprile 2017

Risultato importante per il Robotics Research Group del Dipartimento di Automatica e Informatica (DAUIN) del Politecnico, che si è classificato nella rosa dei cinque finalisti 2017 del prestigioso euRobotics Technology Transfer Award, premiati in occasione dello European Robotics Forum (ERF 2017), che si è tenuto a Edimburgo dal 22 al 24 marzo scorsi.

Scopo del TechTransfer Award, giunto alla sua quattordicesima edizione, è di evidenziare l'impatto della ricerca in robotica ed elevare il profilo del trasferimento tecnologico fra scienza e industria, rendendo merito alle innovazioni più rilevanti raggiunte in ambito robotico grazie alla collaborazione fra ricerca e industria. Fra gli altri finalisti si trovano alcune fra le più prestigiose università internazionali, quali Fraunhofer Institute e ETH Zurigo, la cui start-up "Fotokite" ha conseguito il primo premio.

Il riconoscimento  attribuito al gruppo di ricerca del Politecnico è frutto della collaborazione con COMAU per un progetto di ricerca condotto da Marina Indri (Politecnico di Torino), Stefano Trapani (Politecnico di Torino e COMAU) e Ivan Lazzero (COMAU). Lo studio "Real Time Implementation of a General Collision Detection Procedure for Industrial Manipulators" ha portato allo sviluppo di una procedura di rilevamento delle collisioni per manipolatori industriali altamente innovativa, in quanto non necessita di sensori ad hoc (né di forza e coppia, né telecamere), ma utilizza informazioni già disponibili nella struttura di controllo del robot; inoltre, non dipende nella sua formulazione dal modello dinamico del particolare robot su cui viene installata, per cui può essere applicata direttamente senza modifiche su manipolatori di taglia e caratteristiche diverse e, dal 2016, è stata in effetti installata su linee di produzione utilizzanti manipolatori COMAU in Italia e all'estero,  ad esempio presso stabilimenti di Pirelli, TOFAS (in Turchia), FCA (a Cassino e a Cordoba, in Argentina). Infine, la procedura si è rivelata particolarmente robusta al problema del rilevamento di false collisioni, che porterebbero all'inutile fermo della macchina e del ciclo di produzione.

Il riconoscimento testimonia anche la continuità dell’impegno di ricerca su questi temi: nel 2014 una precedente attività di ricerca condotta dalla professoressa Marina Indri in collaborazione con COMAU e nella quale era co-autore Ivan Lazzero, all’epoca assegnista di ricerca al Politecnico, aveva ottenuto il secondo premio del medesimo euRobotics TechTransfer Award. Il riconoscimento ottenuto quest'anno rende merito anche all'attività di formazione condotta in collaborazione con il partner industriale, all'interno di un progetto di "Alta formazione in apprendistato" cofinanziato dalla Regione Piemonte, di cui beneficia Stefano Trapani per l'acquisizione del titolo di Dottore di Ricerca in esercizio di apprendistato.