In Ateneo

La Fiaccola del Sapere delle Universiadi accesa a Torino

21 Giugno 2017

È cominciato da Torino, sede della prima Universiade, il viaggio della Fiaccola del Sapere dei prossimi giochi universitari che si svolgeranno a Taipei (Taiwan). Nata a Torino nel 1959 da una geniale intuizione di Primo Nebiolo, l’Universiade si svolge ogni due anni in un Paese ospitante, unificando gli studenti-atleti di tutto il mondo in un clima di amicizia e condivisione dei valori massimi dello sport. La ventinovesima Universiade estiva si svolgerà, appunto, a Taipei dal 19 al 30 agosto prossimi.

Ieri, nel cortile del Rettorato dell’Università, è stato acceso il braciere da cui ha ricevuto la fiamma la prima fiaccola, che ha percorso i luoghi più significativi della Torino universitaria per arrivare nel cortile del Castello del Valentino, dove il Rettore Marco Gilli, ultimo tedoforo, l’ha consegnata al sindaco di Taipei.

Presenti all’evento tutte le massime autorità istituzionali e accademiche del capoluogo piemontese, della delegazione di Taipei, della Fisu, del CUS Torino e del Cusi.

La suggestiva Cerimonia di accensione della Fiaccola è stata accompagnata dalla performance di ballerini aborigeni di Taiwan. Al termine, Riccardo D’Elicio, delegato dal Cusi, e il Presidente Fisu Oleg Matytsin hanno acceso la Fiaccola delle Universiadi di Torino del 1959, in seguito hanno acceso la Fiaccola delle Universiadi di Taipei  e l’hanno consegnata nelle mani del sindaco di Taipei Ko Wenje. Quest’ultimo ha passato la Torcia al primo tedoforo di Taipei, il campione del mondo di Taekwondo Chu Mu Yen, che uscendo dal Rettorato ha iniziato la corsa lungo le vie del centro città.

Tedofori d’eccezione anche gli atleti medagliati del CUS Torino, il Presidente della Fisu Oleg Matytsin, il Rettore del Politecnico Marco Gilli e il Direttore Generale dell’Università Loredana Segreto, scortati da 6 guardiani del fuoco.

Il passaggio della Fiaccola del Sapere ha toccato i principali luoghi rappresentativi della Torino Universitaria. Dal Rettorato di via Verdi il primo tedoforo ha percorso via Po e piazza Carignano. Tappa suggestiva quella del Museo Egizio di via Accademia delle Scienze.

Infine, dai Murazzi la Fiaccola è arrivata nel cortile del Castello del Valentino nelle mani del Rettore Gilli, ultimo tedoforo, che l’ha riconsegnata al sindaco di Taipei Ko Wenje.

2017-06-20-PHOTO-00002293 2017-06-20-PHOTO-00002295 DSC_0010 DSC_0021 DSC_0024 DSC_0033 DSC_0064 DSC_0066 DSC_0071 DSC_0076 DSC_0093 DSC_0100p DSC_0100p DSC_0109 IMG_3939 IMG_3939 IMG_3943

“I programmi sportivi universitari sono un aspetto fondamentale nel processo educativo. Questa cerimonia  ha un grande significato: da Torino a Taipei e in tutto il mondo, la Scienza e lo Sport sono unificati e rappresentano gli unici veri strumenti globali che possono creare relazioni tra Paesi e Nazioni”, ha commentato il Rettore del Politecnico Marco Gilli.

Per il Presidente del CUS Torino Riccardo D’Elicio la cerimonia di accensione della Fiaccola del Sapere rappresenta un momento storico per Torino: “Grazie a Primo Nebiolo è nato l’evento Universiade nel lontano 1959 che accomuna i valori dello sport universitario mondiale: cultura, integrazione, socializzazione e formazione. A Torino grazie all’Università, al Politecnico e al CUS Torino che ho l’onore di presiedere, questi valori continuano a vivere e a crescere grazie all’insegnamento lasciatoci da Primo. Siamo sicuri che la Fiamma del Sapere unirà le nostre Università per progetti non solo sportivi”.

Da Torino la Fiaccola proseguirà il suo percorso verso Napoli, che ospiterà l’Universiade Estiva 2019, Bangkok in Thailandia sede dell’Universiade Estiva 2007 e Daegu nella Corea del Sud sede dell’Universiade Estiva 2003, per poi raggiungere la destinazione finale di Taipei dove viaggerà attraverso 22 città e province per coinvolgere la popolazione di Taiwan a dare un grande e caloroso benvenuto alla Universiade. Taipei 2017 coinvolgerà oltre 7,700 studenti di 153 Paesi per 21 discipline sportive e 38 sedi di gara.