Studenti@PoliTO

Il Politecnico anticipa l’apertura delle immatricolazioni

21 Marzo 2017

Iscriversi al Politecnico prima ancora di aver conseguito il diploma di maturità: una grande opportunità per studenti molto motivati o per ragazzi provenienti dall’estero, che devono programmare la loro vita in un Paese straniero. L’Ateneo ha infatti stabilito un anticipo dell’apertura delle immatricolazioni per l’anno accademico 2017/2018 per i corsi di Laurea dell’Area dell’Ingegneria, il corso di Laurea in Design e Comunicazione visiva e quello in Pianificazione territoriale, urbanistica e paesaggistico-ambientale, che da quest’anno sono già possibili a partire dalla metà del mese di marzo. L’ammissione al corso di Laurea in Architettura rimane invece regolata dal bando ministeriale, che prevede il test di ingresso a settembre.

“L’idea ci è venuta in occasione del test che abbiamo svolto in Cile e Argentina nel mese di ottobre dello scorso anno. Lì, come in diversi Paesi dell’emisfero australe,  l’anno accademico comincia a febbraio, quindi esiste uno sfasamento temporale che costringe gli studenti che intendono iscriversi ai nostri corsi di restare inattivi, cominciando in ritardo di un semestre il loro percorso universitario rispetto ai loro colleghi che scelgono un’università nel Paese d’origine. Questo, sicuramente, rischia di farci perdere gli studenti migliori”, spiega il Vicerettore per la Didattica Anita Tabacco.

Una volta aperta la strada per gli stranieri, l’opportunità è stata concessa anche agli italiani, sempre nell’ottica di dare una possibilità in più a chi ha forte motivazione e ha già dimostrato di avere tutte le carte in regola per accedere al Politecnico. Per iscriversi, infatti, gli studenti devono aver già sostenuto il test di ammissione e superato la cosiddetta “soglia di garanzia”, che certifica la loro preparazione. Una volta iscritti, gli studenti che sono già in possesso del diploma di scuola superiore potranno cominciare a sostenere esami, che varranno come anticipo di crediti all’inizio del semestre autunnale.

Gli studenti che invece non hanno ancora conseguito il titolo di scuola superiore, potranno comunque immatricolarsi “sotto condizione” e perfezionare l’iscrizione dopo il superamento dell’Esame di Stato; nel frattempo, però, potranno accedere alle videoregistrazioni degli insegnamenti del primo anno del corso di Laurea dell’area dell’Ingegneria prescelto, anticipando, così, la loro preparazione in vista dell’inizio dell’università.

Un’opportunità unica nel panorama italiano: “Si tratta di una scommessa”, spiega ancora la professoressa Tabacco: “In un momento nel quale aumenta moltissimo la mobilità per studio interna al Paese, ma anche dall’estero, per gli studenti può essere utile potersi organizzare per tempo in quella che comunque rimane una scelta fondamentale anche per la loro vita, non solo per i loro studi. Pensiamo che gli studenti più bravi apprezzeranno questa possibilità per cominciare a familiarizzare con l’Ateneo”.  Intanto, alcuni ragazzi hanno già regolarizzato la propria iscrizione nel primo giorno di apertura della procedura, a testimonianza del fatto che c’è interesse per questa opportunità.