Awards

A uno studente del Politecnico il Premio per i 90 anni di Pininfarina

30 Agosto 2021

Per festeggiare i suoi novant’anni, seppur con un anno di ritardo a causa della pandemia, il noto marchio di design Pininfarina ha organizzato “Pininfarina 90+1: New dreams for a new world”, un concorso per giovani creativi nel campo della progettazione della mobilità e degli spazi. Riccardo Grecu, laureato in Architettura Costruzione Città al Politecnico, si è aggiudicato la categoria “Smart Spaces” con il suo progetto “DINAMICO”, un padiglione versatile, flessibile e modulare.

Ai partecipanti, tutti studenti provenienti da 15 università selezionate nel mondo, è stata lanciata la sfida di presentare la loro visione su tre diversi temi: Smart Individual Mobility (nuove forme di mobilità più facile, efficiente, economica, ecologica, sicura e confortevole), Smart Social Mobility (nuove forme di mobilità collettiva per promuovere il concetto di condivisione e uno stile di vita sostenibile) e Smart Spaces (nuove modalità di condividere gli spazi).

Riccardo Grecu ha quindi pensato DINAMICO ispirandosi al principio della semplicità, pur essendo caratterizzato da una forte identità visiva. “La forma nasce da una superficie piana che, una volta piegata, crea uno spazio avvolgente e protettivo – racconta Grecu nella presentazione del progetto per il concorso - Il padiglione è flessibile e trasformabile: l’utente può configurarlo e personalizzarlo secondo l’esigenza e l’occasione: può essere un padiglione fieristico, un’aula studio, un ufficio per il coworking, un meeting point, una stazione di bike sharing, un hub di ricarica per veicoli elettrici. Grazie a mobili pieghevoli e a un sistema domotico, l’utente è coinvolto attivamente nella personalizzazione e riconfigurazione dello spazio, spostando, nascondendo e scegliendo l’arredo più adatto”.

Il progetto ha colpito la giuria internazionale - composta da esperti del settore e guidata dal Presidente dell’azienda Paolo Pininfarina - che ha premiato Riccardo Grecu con un tirocinio di sei mesi presso la sede torinese di Pininfarina.