Awards

Il Politecnico trionfa nella CyberChallenge.IT 2022

5 Luglio 2022

Primo posto per la squadra del Politecnico nella sesta edizione della CyberChallenge.IT, il programma italiano di formazione per giovani talenti nel campo della sicurezza informatica, organizzato dal Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del Cini (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica). Un risultato reso possibile grazie al team studentesco pwnthem0le che, per 12 settimane – da gennaio a maggio - ha addestrato la squadra poi vincitrice, con un percorso di formazione immersivo sulla sicurezza informatica.

La finale, tenutasi il 30 giugno scorso, si è basata sulle competenze di Attacco/Difesa: ogni squadra aveva come obiettivo quello di attaccare le infrastrutture informatiche degli avversari, cercando allo stesso tempo di resistere ai tentativi di attacco altrui.

La cerimonia di premiazione si è tenuta il primo luglio e ha visto sul podio oltre ai ragazzi di PoliTO, le squadre del Politecnico di Milano e dell’Università degli Studi di Genova.

“È stato bello poter vedere che dopo cinque anni dalla prima edizione, il progetto CyberChallenge.IT continua a far appassionare alla cybersecurity migliaia di studenti e studentesse di tutta Italia. L’emozione di quest’anno è stata sicuramente amplificata dalla possibilità di potersi rincontrare tutti insieme per condividere un’esperienza bellissima come questa dal vivo”, ha commentato Gaspare Ferraro, coordinatore di CyberChallenge.IT.

In chiusura Paolo Prinetto, docente del Politecnico e Direttore del Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del Cini, ha espresso un desiderio: “Vedendo il bicchiere tutto pieno, mi auguro che per l’edizione del prossimo anno di CyberChallenge.IT si possa fare un salto in avanti grazie all’ottenimento di quei fondi significativi previsti dal PNRR, che noi abbiamo richiesto per tutta la filiera formativa del Laboratorio. È arrivato il momento di investimenti importanti per questo settore”.

 

Immagine di copertina: Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del CINI