Awards

Il progetto Enertun del Politecnico finalista per l’European Geothermal Innovation Award 2018

1 Febbraio 2018

Il Sistema Enertun del Politecnico è entrato nella rosa dei cinque finalisti dell’ European Geothermal Innovation Award 2018: il primo febbraio lo ha reso noto a Bruxelles la EGEC – European Geothermal Energy Council.

ENERTUN - progettato dal team del professor Marco Barla, docente del Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica DISEG - è un elemento di rivestimento per gallerie che consente di scambiare calore con il terreno adiacente in modo da produrre energia termica.

Può essere impiegato nella realizzazione di tunnel in modo da trasformare la galleria stessa in un grande scambiatore di calore con il terreno e consentire la realizzazione di sistemi di condizionamento e riscaldamento degli edifici in superficie.

Tra le possibili applicazioni future, la galleria della linea 2 della metropolitana torinese.

In lizza per il premio finale, che verrà annunciato il primo marzo a Offenburg, Germania, nell’ambito del GeoTHERM Expo & Congress, ci sono due progetti tedeschi provenienti da GDF Latin America e RWTH Aachen University, uno francese di GPC Instrumentation Process ed uno ungherese.

Il Segretario Generale di EGEC, Philippe Dumas, ha sottolineato che quest’anno i progetti presentati sono stati eccezionalmente numerosi e particolarmente interessanti, segno della vitalità e della centralità della ricerca in ambito geotermico.

Le nominations, che hanno valutato originalità, innovazione, fattibilità, riduzione delle emissioni e  capacità di produzione di energia, contribuiranno certamente a dare un importante impulso alla loro realizzazione e commercializzazione.