Campus Sostenibile

A Martina Derito il Premio Socialis per la miglior tesi in economia circolare

15 Dicembre 2020

La tesi di laurea magistrale in Design Sistemico di Martina Derito, che ha presentato un nuovo modello di sviluppo per il reimpiego degli scarti alimentari dal titolo “Amunì: dal mercato nascono i fiori” – relatore il Professor Paolo Tamborrini - ha ottenuto il Premio Socialis 2020, il primo riconoscimento italiano per le migliori tesi di laurea sulla CSR  - Check for Sustainability Ranking e la sostenibilità realizzate da studenti delle Università di tutta Italia.

Il progetto sviluppato da Martina pone l’attenzione sulla tematica dello scarto alimentare nella città di Palermo, per portare ad una maggiore consapevolezza da parte dei cittadini sulle proprietà e i benefici che il reinserimento di questi scarti potrebbe avere all’interno di un nuovo sistema economico. L’obiettivo di questo lavoro di tesi è quello di fornire una soluzione per il reimpiego degli scarti organici mettendone in evidenza le peculiarità ed i vantaggi non solo per le persone che vi abitano, ma anche per l’ambiente.

Il Premio Socialis è nato con l’obiettivo di valorizzare i migliori studi accademici dei giovani sull’evoluzione del fenomeno dell’impegno sociale e di dare un riconoscimento ai loro autori, per poter offrire un contributo concreto all’integrazione delle pratiche di responsabilità sociale nelle attività delle imprese, delle organizzazioni e della Pubblica Amministrazione e ogni anno viene riconosciuto alle tre tesi di laurea che più di altre sanno indicare “percorsi nuovi atti a favorire un’ulteriore evoluzione della cultura della CSR e dello sviluppo sostenibile, nonché a sottolineare aspetti meno conosciuti e prospettive di sviluppo e di applicazione pratica negli anni futuri”