Campus Sostenibile

Il Politecnico di Torino modello di sostenibilità secondo la Commissione Europea

23 Settembre 2021

La Commissione Europea ha riconosciuto le azioni del Politecnico nell’ambito della sostenibilità come meritorie di essere inserite nella “Marie Skłodowska-Curie Actions Green Charter - Guidance Material”, la guida pubblicata dalla Commissione per supportare le istituzioni e i ricercatori nell’applicazione della MSCA Green Charter, che stabilisce una serie di principi e obiettivi generali per promuovere l’attuazione sostenibile delle attività di ricerca, in linea con lo European Green Deal, l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

L’obiettivo del documento è appunto quello di raccogliere le buone pratiche di Atenei e centri di ricerca per fornire modelli che conducano verso la riduzione dell’impronta ambientale dei progetti di ricerca, aumentando la consapevolezza sulla sostenibilità ambientale e facendo da catalizzatore nella promozione della gestione sostenibile della ricerca.

La MSCA Green Charter è rivolta a tutti i soggetti beneficiari di finanziamenti MSCA, sia singoli ricercatori e ricercatrici che istituzioni, chiamati a rispettare il maggior numero possibile delle disposizioni raccolte nel documento durante l'attuazione dei loro progetti.

Il lavoro del Politecnico nel campo della sostenibilità è stato preso in considerazione dalla Commissione Europea dopo la richiesta dell’Associazione CESAER – che riunisce le principali università nell’ambito di scienza e tecnologia in Europa – di inviare contributi e buone pratiche istituzionali per la definizione dei materiali guida per l’applicazione della MSCA Green Charter, richiesta a cui il Green Team e l’Area Ricerca di Ateneo hanno dato seguito.

In particolare, il Politecnico è stato segnalato per l’esistenza stessa del Green Team e per il suo ruolo nella definizione delle azioni di Ateneo, oltre che per la Sustainable Mobility and Transport Policy: la policy del Politecnico in materia di promozione della mobilità sostenibile tra i suoi dipendenti e studenti.

“Accogliamo con grande soddisfazione ed orgoglio questo importante riconoscimento da parte della Commissione Europea per le azioni di sostenibilità portate avanti dal nostro Ateneo – sottolinea la professoressa Patrizia Lombardi, Vice Rettrice per Campus e Comunità Sostenibili Sono solo 6 in tutta Europa gli enti e le associazioni inserite nel Guidance Material e tra queste il nostro Ateneo è presente sia nelle Green practices che nelle Travel guidelines. Alla vigilia della Conferenza COP26, questo ci motiva a lavorare ancora più assiduamente alla realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile, integrando i principi della sostenibilità ambientale e della inclusione sociale nella ricerca, nell’insegnamento, nella formazione permanente, oltre che nelle attività di terza missione rivolte a tutta la comunità locale”.