Campus Sostenibile

Padiglione Italia e RUS per lo sviluppo sostenibile a Expo 2020 Dubai

20 Marzo 2020

Firmato il Protocollo d’Intesa tra la Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (RUS) e il Commissariato dell’Italia per Expo 2020 Dubai  con l’obiettivo di promuovere all’Esposizione Universale la progettazione e la diffusione di iniziative sui temi delle nuove competenze per lo sviluppo sostenibile, l’innovazione e il capacity building delle Università come agenti di cambiamento al livello territoriale a nazionale.

A Expo Dubai, la RUS - in collaborazione con l’ASviS, l’Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile -  realizzerà con il Commissariato alcune importanti  iniziative tra cui un  forum internazionale sugli obbiettivi  dell’Agenda 2030 dedicati alla formazione (SDG4), alle Citta e Comunità sostenibili (SDG 11), Consumo e produzione responsabili ( SDG 12) fino ai temi della collaborazione e del  partenariato globale (SDG17), elemento chiave per il raggiungimento degli obiettivi posti dall’Agenda 2030 dell’ONU. È previsto anche un forte coinvolgimento degli studenti attraverso attività di formazione “challenge-based” sui temi di Expo 2020 Dubai “Sostenibilità, Mobilità, Opportunità”.

Siamo molto felici di questa opportunità di collaborazione – dichiara Patrizia Lombardi, presidente della RUS, prorettrice del Politecnico di Torino e coordinatrice della Rete RUS per il triennio 2019-2021- che consentirà di valorizzare il lavoro che le università italiane stanno svolgendo da diversi anni nel campo della formazione per lo sviluppo sostenibile e della creazione di comunità resilienti, in grado di affrontare le grandi sfide sociali, riassunte negli obiettivi dell’Agenda 2030”.

“In questo momento particolarmente difficile a livello locale e globale – aggiunge Lombardi - vogliamo guardare al futuro con positività: Expo Dubai rappresenta l’occasione per condividere l’esperienza della RUS e per confrontarsi con altre realtà accademiche e reti internazionali su nuovi approcci e percorsi educativi. È necessario formare cittadini, professionisti e manager che sappiano rispondere alle esigenze di una società, in continua trasformazione, in maniera responsabile e sistemica. Grazie al confronto e alla cooperazione con altre realtà a livello internazionale, possiamo crescere in consapevolezza e capacità di risposta”.