In Ateneo

A Torino la prima Academy dedicata ai manager della mobilità sostenibile

29 Ottobre 2021

Presentata al Politecnico la SMTC Academy, una scuola di alta formazione che avrà come mission quella di preparare e aggiornare le competenze di diverse figure professionali pronte per gestire le nuove sfide legate alla mobilità sostenibile, intesa come sviluppo e affermazione di nuovi concept innovativi di mezzi di trasporto e/o servizi in diversi ambienti: strade, rotaie, acque navigabili e aria.

Si tratta del primo importante e concreto progetto a carattere nazionale messo a punto dal Polo della Mobilità Sostenibile e della Manifattura presentato lo scorso luglio a Torino e costituito da Politecnico, Università degli Studi, CIM4.0, Città di Torino, API, Unione Industriali e Camera di commercio di Torino.

SMTC Academy propone un primo modulo formativo di 300 ore, fruibile in modalità ibrida (in presenza e da remoto) per un totale di 5 mesi di frequenza, rivolto al middle management del settore pubblico e privato, con particolare attenzione a tutti quei ruoli in cui la componente tecnologica si unisce a quella di pianificazione e sviluppo in tema di mobilità. L’offerta formativa è stata costruita sul modello del “learning by doing” quindi trasferimento delle conoscenze, con il coinvolgimento di docenti e manager provenienti direttamente dal mondo dell’impresa e da organizzazioni di eccellenza nel settore, oltre che da quello accademico, associato ad esercitazioni presso i laboratori tecnologici del Competence Industry Manufacturing 4.0 e di importanti partner industriali. Il percorso è certificato da Politecnico di Torino con la sua Scuola di Master e Formazione Permanente.

" Il Politecnico ha deciso di realizzare questa Academy in collaborazione con il Competence Center che rappresenta oggi, grazie a quanto già realizzato, un punto di snodo tra università e imprese per la manifattura e, in prospettiva, per qualsiasi altro comparto industriale, a partire dai settori aerospaziale e della transizione energetica. Il PNRR prevede l'espansione del raggio di azione dei Competence Center: il nostro sarà infatti a capo dell'hub nazionale per il testing sulla mobilità sostenibile e si affiancherà a quello sulla ricerca" - ha dichiarato il Rettore Guido Saracco.

Il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile Enrico Giovannini è intervenuto in chiusura per sottolineare l'importanza dell'iniziativa: "Il mio ministero punta molto sulla formazione di manager della mobilità sostenibile, figure in grado di governare la transizione coordinando progetti e finanziamenti per Enti pubblici, aziende, città. La RUS Rete delle Università Sostenibili - guidata dalla vostra professoressa Patrizia Lombardi - svolgerà certamente un ruolo fondamentale nel costruire un'offerta formativa trasversale per  la creazione e l'aggiornamento di queste figure, che nell'arco di 4 o 5 anni potranno contribuire a migliorare la qualità della vita di tutti e dare impulso ad una nuova economia".