In Ateneo

Dal Politecnico all’Ordine: Giuseppe Ferro nuovo Presidente degli ingegneri torinesi

11 Luglio 2022

Cambio al vertice dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Torino: nei giorni scorsi è stato nominato Presidente, da parte dei componenti del nuovo Consiglio, Giuseppe Ferro, Professore Ordinario di Scienza delle Costruzioni e Direttore del Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica-DISEG del Politecnico.

Classe 1964, laureato in Ingegneria Civile Trasporti presso l’Università degli Studi di Catania, Ferro è anche stato membro del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici dal 2010 al 2017 e membro della Commissione delle NTC2018 e della relativa circolare applicativa.

Svolge attività di consulenza relativamente a problemi di ingegneria strutturale. È anche autore di oltre 200 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e atti di congressi.

A nominarlo sono stati i Consiglieri del nuovo Direttivo dell’Ordine: Antonio Castellano, Sergio Cerioni, Vera Fogliato, Fulvio Giani, Annalisa Griffa, Giuseppe Lonero, Fabrizio Marcialis, Manuela Martini, Paolo Massa, Marianna Matta, Liliana Rivautella, Carlo Sala, Giorgio Sandrone, Claudio Trincianti.

“Tra gli obiettivi principali del mandato del Consiglio che guiderò sino al 2026 abbiamo individuato il rilancio in senso lato della figura dell’ingegnere, far rinascere un orgoglio di appartenenza dei nostri iscritti all’Ordine e incrementare la sinergia tra ingegneri e Politecnico di Torino in materia di formazione continua, oggi sostanzialmente confinata a una formalità necessaria da assolvere con il minor sforzo possibile. Vorremmo realmente aiutare i colleghi ingegneri a poter sfruttare tale formalità fornendo loro quanto di meglio e di più attuale sia possibile” ha commentato il professor Ferro dopo l’elezione.

“L’attualità testimonia infatti un’incessante trasformazione tecnologica e chi si è laureato un decennio o un ventennio fa rischia di perdersi tanta innovazione: è necessario fare squadra tra Ordine professionale e mondo formativo, a cominciare proprio dal Politecnico – ha precisato il neo Presidente - L’Ateneo potrà essere l'ente formatore per aziende e professionisti sull'innovazione tecnologica, dall'aerospazio a tutti gli altri ambiti, con novità, aggiornamenti e tendenze. Dal canto suo l'Ordine potrà rappresentare il collegamento tra chi studia e il mondo lavorativo che c'è all'esterno, a cominciare dai tirocini ed esperienze professionali. Un ruolo centrale in vista della cosiddetta ‘laurea abilitante’, che prevedrà la soppressione dell’esame di Stato e che necessiterà, appunto, un’immissione di esperienze professionali e lavorative all’interno del percorso formativo degli allievi ingegneri”.

“Il mio triplice ruolo come Presidente dell’Ordine, docente e direttore di dipartimento al Politecnico aiuterà a favorire questo strategico legame bilaterale” ha concluso Giuseppe Ferro.