In Ateneo

Due docenti del Politecnico saranno consulenti per il Governo

13 Maggio 2021

I contributi del Politecnico allo sviluppo del paese sono molti e diversi tra loro. Tra di essi un ruolo speciale lo ricopre il sostegno ai decisori politici, che spesso si avvalgono delle competenze di strutture o di studiosi dell’Ateneo. Si tratta di una declinazione della cosiddetta “terza missione” dell’università volta ad aiutare il sistema democratico ad affrontare con efficacia le sfide  - spesso legate allo sviluppo tecnico-scientifico – della contemporaneità.

In questa direzione vanno due recenti nomine effettuate dal Governo, che riguardano il Professor Carlo Cambini del Dipartimento di Ingegneria Gestionale e della Produzione e il Professor Juan Carlos De Martin, del Dipartimento di Automatica e Informatica, co-direttore del Centro Nexa su Internet e Società del Politecnico.

Il professor Cambini è stato chiamato a dare il proprio contributo come esperto economico presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, presso il Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile (CIPESS) - Nucleo tecnico per il coordinamento della politica economica. Tale nucleo svolge funzioni di supporto tecnico all’attività di impulso e coordinamento in materia economico-finanziaria ai fini della realizzazione del programma di politica economica del Governo; l’attività riguarderà principalmente l’analisi dell’impatto economico, sociale e di sviluppo sostenibile del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Il professor De Martin, invece, è stato chiamato a fare parte del gruppo di lavoro denominato “Working Group Governance algoritmica e futuro del lavoro”, istituito da Andrea Orlando, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali. L’obiettivo del gruppo di lavoro è quello di analizzare temi come le trasformazioni del mondo produttivo, l’impatto degli algoritmi nella regolazione delle piattaforme digitali e della cosiddetta gig economy e l’analisi comparata a livello europeo dell’innovazione istituzionale legata all’istituzione di “Authority algoritmiche”. Conclusa la fase di analisi, il gruppo di lavoro raccomanderà al Ministro possibili interventi .