In Ateneo

Il Politecnico alla fiera A&T 2021

9 Febbraio 2021

 Anche per il 2021 il Politecnico rinnova la sua partecipazione alla fiera A&T – Automation & Testing, dedicata all’innovazione, alle tecnologie, all’affidabilità e alle competenze 4.0.

A&T è la fiera annuale di riferimento per gli attori della filiera produttiva industriale italiana in ambito di additive manufacturing, affidabilità, automazione, robotica, digitalizzazione, logistica. Il programma formativo e il network di A&T sono il valore aggiunto della manifestazione, un’occasione d’incontro e di aggiornamento puntuale per il settore, con particolare attenzione alle PMI italiane.

In questo periodo di ripartenza, A&T ha scelto di organizzare un’edizione completamente online dal 10 al 12 febbraio, mettendo a disposizione di partner, espositori, imprese, aziende, start-up innovative e PMI una piattaforma con una serie di strumenti digitali utili a promuovere l’ecosistema dell’industria 4.0, creando spazi di incontro in modalità innovativa.

Il Politecnico è presente ad A&T con il proprio patrocinio e con la partecipazione a una ricca serie di eventi online, per presentare le sue attività nell’ambito della ricerca, del trasferimento tecnologico e dell’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.

Mercoledì 10 febbraio sarà il Rettore del Politecnico Guido Saracco ad aprire la fiera con i suoi saluti all’evento inaugurale “PMI, industria e digitale, la sfida è adesso!”. A seguire il Rettore parteciperà alla tavola rotonda “L’aerospazio piemontese di fronte alle sfide del futuro”, preceduta da un panel nel quale porterà la sua esperienza la professoressa Giuliana Mattiazzo, Vice Rettrice per il Trasferimento Tecnologico del Politecnico. Più tardi il professor Carlo Rafele - docente di Ingegneria dei Sistemi e Logistica del Dipartimento di Ingegneria Gestionale e della Produzione (DIGEP) al Politecnico e membro del gruppo di ricerca Reslog al Politecnico – modererà la tavola rotonda “Logistica e innovazione: nuove opportunità da digitalizzazione e automazione”. Reslog si propone come laboratorio universitario per la logistica di fabbrica 4.0.

Giovedì 11 febbraio da segnalare il workshop curato dal CLIK - Connection Lab and Innovation Kitchen del Politecnico, che insieme all’azienda Tosa Group presenterà le Challenge@PoliTO, un format innovativo di attività didattica in uso da diverso tempo nell’Ateneo, per coinvolgere gli studenti dei Corsi di laurea Magistrale in sfide di problem solving organizzate dalle imprese per trovare soluzioni a problemi concreti o legati alle dinamiche industriali: un punto di contatto prezioso tra mondo del lavoro e accademia.

Nel programma di A&T entra un campo di eccellenza del Politecnico, l’Intelligenza Artificiale: la professoressa Barbara Caputo – docente di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni - sarà presente al convegno “Robotica oggi: nella pandemia grande sviluppo di automazione flessibile, cobot e intelligenza artificiale”.

La giornata sarà dedicata anche alla scoperta di MATto, la Materioteca del Politecnico, centro che insieme alla Camera di commercio di Torino mette a disposizione delle aziende manifatturiere servizi di consulenza su materiali e processi produttivi per dare impulso e sostegno all’innovazione delle imprese industriali e artigianali. MATto organizza una tavola rotonda per la rassegna “La ricerca intorno al cibo”: la professoressa Claudia De Giorgi, docente di Design al Politecnico e responsabile di MATto, con Beatrice Lerma e Doriana Dal Palù guiderà i partecipanti alla scoperta dei segreti della conservazione del cibo e del packaging.

Inoltre è in programma un evento dedicato ai competence center nazionali, tra cui spicca il Competence Industry Manufacturing 4.0 (CIM4.0) - consorzio alla cui testa figura il Politecnico – che intende essere un supporto strategico e operativo per le imprese manifatturiere orientate alla digitalizzazione dei processi industriali nell’ottica dell’industria 4.0, dalla progettazione alla produzione, dall’R&D alla supply chain, dalla sicurezza alla Blockchain.

Venerdì 12 febbraio invece ci sarà occasione per parlare di un tema attuale per la ricerca. “Biobanche: trattamento e gestione dei dati e logistica” è il titolo del convegno organizzato per fare il punto sul nuovo schema di accreditamento dedicato alle biobanche di ricerca e sviluppo, con un focus su alcuni elementi fondamentali come le implicazioni derivanti dal GDPR, la gestione dei dati associati e la logistica del materiale. Tra i relatori il professor Carlo Rafele del DIGEP. Spazio anche alla manifattura di nuova generazione con la tavola rotonda “Le reali opportunità dell'Additive Manufacturing”, organizzato in collaborazione con CIM 4.0 e moderato dal professor Luca Iuliano, presidente di CIM 4.0 e docente di Tecnologia e Sistemi di Produzione al Politecnico, dove è project manager del Centro Interdipartimentale di Additive Manufacturing IAM@PoliTo.

Non soltanto eventi ma anche molto spazio per conoscere le attività di didattica e ricerca del Politecnico sulla piattaforma di A&T. CLIK metterà a disposizione tutte le informazioni per conoscere le Challenge e l’area brevetti del Politecnico. In particolare, per quest’ultimo aspetto delle attività di Ateneo, saranno presentati i progetti: “Pannelli alari con sistema anti-ghiaccio integrato”, “A driver-adaptive emission minimization system for hybrid electric vehicles”, “Cambio magnetico senza contatto tra i componenti o elementi di frizione”, “Sistema di protezione dalle sovratensioni di apparecchi illuminanti a LED di Classe II per l'illuminazione pubblica”, “Controllore di sterzo per motrici di sistemi rimorchiati con più articolazioni”, “Sistema per la gestione di adesivi termoplastici”.

Sulla piattaforma saranno protagonisti anche i team studenteschi del Politecnico. Dieci i gruppi coinvolti: Team H2PoliTO, Team Policumbent, 2WheelsPoliTO, ExMAH - PoliTO, PoliTOcean, Polito Sailing Team, ICARUS, CubeSat Team, la Squadra Corse e il Team Draft PoliTO. Ciascuno presenterà un particolare progetto che sta impegnando gli studenti e le studentesse dell’Ateneo nella sfida di applicare le competenze ottenute attraverso la didattica alle richieste dell’industria e della manifattura, per consolidare la loro professionalità futura.

“Contesti come quello di A&T rappresentano quello che intendiamo come strumento per favorire il trasferimento tecnologico – spiega la professoressa Giuliana Mattiazzo, Vice Rettrice per il Trasferimento Tecnologico del Politecnico - passando dal sapere dell’Ateneo alla produzione di soluzioni per la vita di ogni giorno: il mondo della ricerca deve trovare sempre nuove occasioni di dialogare con il tessuto imprenditoriale. La crisi pandemica non accenna a lasciare la presa sulle aziende e sull’istruzione, mettendo a dura prova i rispettivi sistemi di gestione e reti di persone. Questo elemento accomuna la realtà imprenditoriale e quella della ricerca. Ora più che mai si devono creare occasioni di collaborazione, per rafforzare quelle sinergie che rappresentano la speranza di uscire dalla crisi e di costruire soluzioni innovative per il futuro. A&T in questo può essere un esempio di opportunità per creare nuovi contatti e scambiare informazioni tra ambiti che sono chiamati a collaborare. Ci auguriamo che il dialogo resti aperto e che si continui a lavorare per aiutare la scoperta dei giovani talenti e il loro ingresso nel mondo del lavoro e dell’impresa, valorizzando il loro percorso formativo sia sul territorio che in ambito internazionale.”

 

I link agli stand virtuali del Politecnico:

Per visitare la fiera virtuale A&T è necessario iscriversi sul sito internet
Il programma completo di A&T 2021 è disponibile a questo indirizzo
Gli eventi possono richiedere la prenotazione