In Ateneo

Il Politecnico nella commissione ministeriale per l’architettura penitenziaria

18 Maggio 2021

Sempre più spesso le competenze dei docenti del Politecnico sono riconosciute anche a livello governativo, con la nomina di esperti di diverse materie a supporto dei policy-maker.

L’Ateneo è infatti considerato un punto di riferimento a livello nazionale per quanto riguarda scelte che influiscono in ambiti della società civile anche molto lontani tra loro, come nel caso della nomina del professor Paolo Mellano – direttore del Dipartimento di Architettura e Design – quale membro della Commissione per l’architettura penitenziaria istituita presso il Ministero della Giustizia.

La commissione ha l’obiettivo di elaborare un progetto di riqualificazione delle strutture carcerarie al fine di allineare i luoghi della detenzione alla funzione costituzionale di responsabilizzazione del detenuto per il reinserimento sociale e personale. Istituita dall’ex ministro Bonafede a gennaio del 2021 ritenendo necessario avviare l’elaborazione di un format in grado di ripensare e riqualificare gli spazi carcerari secondo un approccio multidisciplinare orientato al benessere di tutti i fruitori di tali spazi, è stata riconfermata dalla Ministra Cartabia, che ne ha anche posticipato il termine dei lavori a fine estate.