In Ateneo

Il professor Mantelero audito dal Senato del Brasile come esperto di Intelligenza Artificiale

15 Giugno 2022

Recentemente il Senato del Brasile ha costituito una commissione parlamentare di esperti giuristi indipendenti per elaborare un progetto di legge in materia di regolamentazione dello sviluppo e dell’applicazione dell’Intelligenza Artificiale nel Paese sudamericano.

La commissione ha convocato alcuni esponenti del mondo accademico internazionale, noti per i loro lavori sull’AI e protezione dei dati, per un’adizione volta a definire le linee guida della nuova legge. Tra questi, il professor Alessandro Mantelero, docente di Diritto Privato al Dipartimento di Ingegneria Gestionale e della Produzione-DIGEP del Politecnico, dove è titolare della cattedra europea “Jean Monnet Chair in Mediterranean Digital Societies and Law”.

L’audizione ha avuto luogo da remoto venerdì 10 giugno e si è incentrata sulla gestione del rischio nell’AI, guardando alle diverse soluzioni legislative possibili per un’efficacie sviluppo dell’AI in linea con la tutela della persona.

Il professor Mantelero ha sottolineato l'importanza di una regolazione dell’AI basata sull’analisi dei potenziali rischi per i diritti individuali e collettivi, includendo un’analisi comparativa delle proposte avanzate dall’Unione europea, dal Consiglio d’Europa e di quelle recentemente presentate al Senato statunitense.

Il docente ha inoltre evidenziato come serva andare oltre ai modelli di gestione del rischio pensati per il trattamento dei dati personali ed adottare un vero e proprio Human Rights Impact Assessment specificatamente pensato per le applicazioni AI. È questo un indirizzo che sta prendendo piede in Europa ed a cui il professor Mantelero ha dedicato il suo ultimo libro “Beyond Data. Human Rights, Ethical and Social Impact Assessment in AI”, pubblicato in questi giorni ed in cui si delinea un approccio metodologico specifico per la valutazione d’impatto dell'Intelligenza Artificiale sugli individui e sulla società, considerando i profili inerenti ai diritti umani, nonché il rispetto dei valori etico-sociali del contesto applicativo dell’AI.

“I diritti umani non possono essere affrontati in maniera generica, ma serve considerare la specificità di ogni singolo diritto e la loro elaborazione teorica e giurisprudenziale, serve quindi uno strumento dedicato ed accurato come la valutazione di impatto sui diritti umani – ha affermato Mantelero nel suo intervento - È necessario sviluppare un'Intelligenza Artificiale guidata e incentrata sui diritti umani. Si tratta di una sorta di gerarchia tra interessi. Non significa che questo sia un limite all’attività d’impresa ed all’iniziativa economica: ma l'attenzione dovrebbe essere rivolta primariamente ai diritti umani”.