In Ateneo

Tra riforme e opportunità: il Direttore Generale del Politecnico al XIX Convegno annuale del CoDAU

10 Ottobre 2022

Dal 22 al 24 settembre l’Università degli Studi di Padova ha ospitato il XIX Convegno annuale del CoDAU, l’organizzazione che riunisce i Direttori Generali di tutte le Università italiane pubbliche, private e telematiche, con l’obiettivo di svolgere attività di coordinamento e gestione delle Istituzioni accademiche, attivando relazioni con organismi e rappresentanze parlamentari, di governo e sindacali.

Il convegno - dal titolo “Tra Storia e Futuro: costruiamo l’Università che ci aspetta” – ha affrontato le numerose tematiche riguardanti la gestione manageriale dei fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), la possibilità di attivare importanti linee di finanziamento per la ricerca, lo sviluppo di infrastrutture avanzate e la promozione e formazione del personale tecnico amministrativo. Su queste materie di riflessione - che incideranno sul futuro sistema universitario italiano - si sono confrontati la Ministra dell’Università e della Ricerca Cristina Messa, il presidente della Crui (Conferenza dei rettori delle università italiane) Ferruccio Resta, il presidente del CoDAU Alberto Scuttari e il Direttore Generale del Politecnico e presidente Vicario del CoDAU Vincenzo Tedesco. Nello specifico, le riflessioni del Direttore Generale hanno riguardato gli ambiti di attuazione delle riforme in ambito accademico e le nuove opportunità di carriera per il personale tecnico amministrativo, in relazione alle nuove chance di investimento e sviluppo offerte dal PNRR, che interesseranno inoltre il rinnovamento delle classi di laurea e le lauree abilitanti, la mobilità dei docenti e ricercatori e la riforma della legislazione sugli alloggi per gli studenti.

Un rilevante salto di qualità, che per essere attuato necessità dell’implementazione degli strumenti disponibili e di un rafforzamento sia dei team al vertice che di tutto il personale accademico, fornendo ai Direttori Generali degli Atenei un preciso contesto d’azione. “Sono molto soddisfatto delle riflessioni della Ministra Cristina Messa – racconta Vincenzo Tedesco, Direttore Generale del Politecnico – ha fatto un ottimo bilancio delle molteplici attività che interessano il personale e l’azione dei Direttori Generali, ricordando il Piano straordinario di reclutamento del personale tecnico amministrativo, di cui abbiamo contribuito alla stesura tecnica e che abbiamo inserito in finanziaria".

"Questi elementi devono portare ad una valutazione positiva di ciò che è l’azione dei Direttori Generali, incentrata e sviluppata nel solco di una sinergia col versante politico - governativo. Il nostro ruolo non deve essere considerato una sorta di controparte sindacale – commenta il Direttore Generale - ma la base su cui si fondano le attività amministrative e gestionali degli atenei, sviluppando nel miglior modo possibile l’ingente disegno di policy del PNRR. È importante inoltre una maggior qualificazione della figura, individuando dei percorsi ad hoc che consentano di meglio definire la posizione del Direttore Generale, utile per snellire e semplificare i processi burocratici e amministrativi di tutta la macchina d’ateneo".