In Ateneo

Unite! 2.0 inizia a Graz

7 Novembre 2022

Dal 1 al 3 novembre scorsi, la Graz University of Technology (TU Graz) ha ospitato la prima riunione dei vertici Unite! da quando la Commissione Europea ha annunciato gli ulteriori finanziamenti all’Alleanza per i prossimi quattro anni di progetto Erasmus+. Lo Steering Committee, composto dal Secretariat, dai Key Liason Officer di ogni Ateneo e dai Leader dei nuovi Work Package e dai rappresentanti studenteschi della rete SURE!, si è dunque riunito discutendo nel dettaglio gli obiettivi di questa nuova fase.

La proposal, articolata per rendere Unite! un motore di tecnologia e innovazione per il progresso di un'Europa verde e digitale, è stata approvata a luglio dalla Commissione Europea. Negli scorsi tre anni l’Alleanza ha coinvolto attivamente, nella sua fase pilota, oltre 500 persone tra comunità accademica, amministrativa e studentesca. Le nuove attività in programma si baseranno sul lavoro già svolto, sulla base delle nuove linee guida articolate nel Mission Statement 2030.

Dal momento dell’approvazione, gli ultimi incontri dello Steering Committee si sono svolti nelle sedi delle due nuove università partner: Wroclav Tech il 6-7 novembre e TU Graz in quest’ultimo caso.

"Un’agenda ricchissima - ha dichiarato Sabine Prem, KLO di TU Graz - come nuovi membri dell’Alleanza siamo onorati di ospitare questo evento memorabile, che segna l’inizio di una nuova Era Unite!. Non vediamo l’ora di essere ispirati e ispirare i nostri partner lavorando insieme per un brillante futuro dell’Istruzione Superiore Europea"

Piani per i prossimi quattro anni

La nuova proposal dichiara apertamente l’intento dell’Alleanza di diventare un’Università europea modello nei campi di innovazione, tecnologia e ingegneria, puntando ai Sustainable Development Goals in vista di una transizione verde. A tal fine Unite! rafforzerà lo sviluppo della sua comunità, la partecipazione studentesca e il coinvolgimento di tutti i gruppi di lavoro.

Tra i vari progetti attualmente in corso, uno dei risultati tangibili riguarda l’implementazione di un percorso di studi e di una scuola di dottorato di livello europeo nei campi di Energia Sostenibile, Intelligenza Artificiale, Industria 4.0 o Impresa.

I leader dei work package hanno presentato il loro piano d’azione, permettendo a tutte le persone coinvolte di maturare un’idea chiara e condivisa dei compiti e dei risultati che si prospettano per i mesi a venire. Sono state inoltre deliberate le date del prossimo Festival studentesco a Lisbona (29 giugno – 1 luglio 2023), così come quelle dei prossimi quattro Dialogue: a Grenoble (28 febbraio – 2 marzo 2023), a Wroclaw (19-21 settembre 2023), a Graz (27-29 febbraio 2024) e Darmstadt (30 settembre – 2 ottobre 2024). Ulteriori temi sono stati il coinvolgimento della rete studentesca SURE!, i finanziamenti per Ricerca&Innovazione nelle Università Europee e la possibilità di aprirsi ad eventuali nuovi partner.

Nella nuova proposal i nove gruppi di lavoro, guidati dagli altrettanti Atenei coinvolti, copriranno le macro-aree di Management, Governance e Qualità (TUDa); Campus Digitale (TU Graz); Inclusione, Diversità e Benessere (ULisboa); Didattica e apprendimento innovativi (Aalto); Offerta Formativa Flessibile (KTH); Sviluppo e Formazione Professionali (Grenoble INP-UGA); Dottorato in Ricerca, Innovazione e Società (PoliTO); Open Innovation Community per la Transizione Verde (Wroclaw Tech) e Outreach, Impatto e Dissemination Strategici (UPC).