Ricerca e innovazione

Accordo per la sicurezza degli impianti di estrazione di idrocarburi in mare

7 Giugno 2018

 Il Politecnico e la Direzione Generale per la Sicurezza anche ambientale delle attività minerarie ed energetiche del Ministero dello Sviluppo Economico hanno firmato oggi un accordo per la realizzazione del “Centro di Competenza SEASTAR - Sustainable Energy Applied Sciences, Technology & Advanced Research”, polo multidisciplinare che svolgerà attività di studio, ricerca e innovazione tecnologica nell’ambito della sicurezza, anche ambientale, degli impianti di ricerca e coltivazione degli idrocarburi in mare.

Obiettivo primario del Centro, che si svilupperà all’interno dell’Environment Park di Torino, sarà quello dello sviluppo di progetti di ricerca applicata e di trasferimento tecnologico verso le imprese, ma anche di attività di formazione sulle tecnologie e di disseminazione delle competenze multidisciplinari verso il territorio, per stimolare la crescita nel settore della sicurezza offshore.

Nell'attuale fase di transizione verso un’economia low-carbon che caratterizza lo scenario energetico italiano, inoltre, il Centro focalizzerà la sua attenzione sul tema della sostenibilità delle tecnologie Oil&Gas e sulla valutazione del loro ruolo nel futuro assetto low carbon e sul decommissioning degli impianti e delle infrastrutture Oil&Gas arrivati a fine vita.

SEASTAR si prefigge, quindi, di rafforzare l’aggregazione e l’integrazione delle competenze già sviluppate dai due enti sul tema della sicurezza della produzione, in particolare offshore, e dell’utilizzo sostenibile degli idrocarburi.

La collaborazione si inserisce nel contesto dell'Accordo Quadro di partnership in attività di studio e ricerca sulla sicurezza, anche ambientale, degli impianti di ricerca e coltivazione degli idrocarburi in mare sottoscritto nel 2015 dalla Direzione Generale per la Sicurezza anche ambientale delle attività minerarie ed energetiche e dal Politecnico, a seguito del quale nello stesso anno era stato costituito il Polo di ricerca SEADOG, attivo nelle aree della sicurezza e delle analisi ambientali del settore Oil&Gas.

"Siamo lieti di presentare un nuovo progetto frutto della proficua collaborazione della DGS UNMIG con il Politecnico di Torino, ormai consolidata" - ha dichiarato Franco Terlizzese, Direttore generale per la sicurezza anche ambientale delle attività minerarie ed energetiche - "SEASTAR intende porsi come riferimento internazionale sul tema della sicurezza oil&gas, in particolare offshore, e della gestione di questo ambito nella transizione verso un futuro low-carbon".

“Il Politecnico di Torino vanta una tradizione solida nella formazione e nella ricerca nei settori dell’oil&gas e la collaborazione con la Direzione Generale per la Sicurezza del MISE è consolidata e ha già prodotto risultati importanti”, commenta il Rettore del Politecnico di Torino Guido Saracco: “Il centro SEASTAR rafforzerà ulteriormente questa partnership, mettendo a sistema competenze e risorse complementari per la sicurezza di un settore cardine per l’economia del nostro Paese e per costruire un futuro più sostenibile”.

Environment Park sarà un attore di primaria importanza nello sviluppo di questo innovativo polo multidisciplinare – spiega Davide Canavesio, Amministratore Delegato di Environment Park di Torino – Luogo fisico dove si svilupperanno le attività di studio e ricerca e partner affidabile sui temi della sicurezza e delle tecnologie green. Il Parco sta diventando un punto di riferimento sempre più attraente per tutte quelle realtà che mettono la sostenibilità al centro delle loro politiche e che vogliono lavorare “a sistema” per fornire soluzioni concrete per il futuro del nostro pianeta”.

Tag