Ricerca e innovazione

All’Energy Center il Manifesto delle Comunità Energetiche

7 Luglio 2020

Un Manifesto per le comunità energetiche, che metta al centro l’uso sostenibile dell’energia e il cittadino. È la proposta dell’Energy Center Lab del Politecnico, che ha presentata il Manifesto martedì 7 luglio nel corso di un webinar dal titolo “Manifesto delle comunità energetiche: Comuni, Università e Aziende per un nuovo modello di sviluppo locale”.

Il Manifesto intende creare consapevolezza e supportare attivamente il processo di transizione verso una società “carbon-free” in cui l’uso sostenibile dell’energia, e un coinvolgimento attivo del cittadino, sono alla base di un nuovo paradigma del vivere. L’obiettivo è costruire una narrazione del processo di transizione energetica declinato in diversi linguaggi – tecnico, scientifico, normativo, finanziario, divulgativo, sociale – in modo da raggiungere con efficacia una molteplicità di interlocutori.

Il Professor Romano Borchiellini, Referente del Rettore per l’Energy Center, ha sottolineato come "costituire una «Comunità Energetica» significa attivare un processo di aggregazione a livello locale che favorisca le persone e crei valore attraverso l’innovazione nel modo di generare, consumare e gestire l’energia; le Comunità Energetiche saranno centrali nella ricerca futura di Horizon Europe e in quella italiana, e l’Energy Center, nato per far dialogare pubblica amministrazione, aziende e università è il promotore ideale per questo Manifesto a tre voci”.

Il Manifesto punta inoltre a facilitare il coordinamento di tutti gli attori della filiera energetica (quali produttori, distributori, consumatori ed ESCO) con l’obiettivo di creare una voce univoca, nel rispetto delle diversità dei ruoli, nel dialogo con gli Enti normatori, in modo da individuare regole condivise che consentano di rispettare il mercato massimizzando i vantaggi per i cittadini dell’innovazione in campo energetico.

Con questa iniziativa l’Energy Center conferma la propria missione di catalizzatore di innovazione e di motore scientifico di nuovi modelli di sviluppo per il territorio.