Ricerca e innovazione

Atelier a Bolzano per riqualificare le aree militari dismesse in Alto Adige

24 Ottobre 2017

Per una settimana 45 studenti della Laurea Magistrale in Restauro e Valorizzazione del Patrimonio del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico e 10 studenti della Laurea Magistrale in Energy Engineering dell’Università di Bolzano lavoreranno insieme con l’obiettivo di trovare soluzioni innovative per il recupero e la riqualificazione di aree militari sia in uso al Ministero della Difesa sia dismesse ed ora di proprietà della Provincia Autonoma di Bolzano.

Martedì è infatti iniziata presso il Campus della Libera Università di Bolzano la prima fase dellAtelier di riqualificazione della città consolidata con la presentazione del progetto da parte del rettore dell’Università di Bolzano Paolo Lugli e di Paolo Mellano, Direttore del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico. A seguire, nel pomeriggio, la visita alle due strutture da riqualificare: l’aeroporto di Bolzano - Dolomiti, 4°Reggimento Aves Altair e la Caserma Mercanti di Appiano.

Il workshop rappresenta la prima fase operativa di un accordo – firmato dagli attori principali ad aprile di quest’anno a Torino – che ha come obiettivo finale lo studio di soluzioni innovative per la riconversione del patrimonio immobiliare militare in Alto Adige sotto il profilo del recupero architettonico, della sostenibilità energetica ma anche dell’impatto ambientale e sociale e dei beni dismessi.

L’occasione di elaborare scenari progettuali per queste due aree di studio - ha dichiarato il professor Mellano - può costituire un tavolo di discussione intorno al quale gli attori interessati alle trasformazioni potranno confrontarsi per concordare una prefigurazione del nuovo assetto dei luoghi. Siamo sicuri che l’officina delle idee, costituita da questi giovani studenti, possa portare un significativo contributo a questo scopo”.