Ricerca e innovazione

Dal progetto RETRACE una guida metodologica per lo sviluppo di politiche orientate all’economia circolare

17 Ottobre 2017

È disponibile la pubblicazione “Systemic Design Method Guide for Policymaking: a Circular Europe on the Way”, primo contributo del progetto RETRACE, acronimo di “A Systemic Approach for REgions TRAnsitioning towards a Circular Economy”,  che promuove l’adozione di un Approccio Sistemico come metodologia per l’elaborazione di politiche locali mirate a supportare la transizione verso un’Economia Circolare. Il progetto, coordinato dal Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino e finanziato dal bando Europeo Interreg Europe, ha preso avvio ufficialmente il 01 Aprile 2016 e avrà una durata di quattro anni (2016-2020) coinvolgendo 8 partner pubblici e privati e oltre 70 stakeholder di 5 Paesi Europei (Italia, Spagna, Francia, Romania e Slovenia). 

La pubblicazione “Systemic Design Method Guide for Policymaking: A Circular Europe on the Way”, è rivolta a politici e policymaker con l’obiettivo di fornire una guida per l’adozione dell’Approccio Sistemico come metodologia chiave per lo sviluppo e la definizione di piani d’azione regionali orientati all’Economia Circolare. Il volume è il risultato di un intenso dialogo intessuto con i venti autori interni ed esterni al progetto provenienti da tutta Europa che hanno contribuito a costruire una riflessione sull’Economia Circolare e su come questa possa inserirsi all’interno del complesso processo politico-decisionale e progettuale. La prefazione è di Erwin Siweris, direttore del programma Interreg Europe, e a seguire ci sono due principali blocchi di narrazione: accanto a saggi di ampio respiro sono infatti presenti contributi incentrati specificatamente sul Design Sistemico, sul progetto RETRACE e sulla metodologia utilizzata. 

“Systemic Design Method Guide for Policymaking: A Circular Europe on the way” a cura di Silvia Barbero, coordinatrice del progetto, del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino (IT) è da oggi disponibile gratuitamente in formato cartaceo e online e rappresenta il primo di tre volumi che hanno l’obiettivo di raccogliere e diffondere i risultati del progetto RETRACE e saranno disponibili nel primo semestre del 2018.

Alla pubblicazione hanno contribuito, tra gli altri, i partner del progetto: Regione Piemonte (IT), Azaro Foundation (ES), Beaz (ES), Higher School of Advanced Industrial Technology ESTIA (FR), Association for Environment and Safety in Aquitaine APESA (FR), The Slovenian Government Office for Development and European Cohesion Policy (SI), The Romanian North-East Regional Development Agency (RO).

È possibile seguire gli sviluppo del progetto tramite il sito web www.interregeurope.eu/retrace, il canale YouTube goo.gl/zQeC3G e i social media, seguendo gli hashtag #retrace @interregeurope.