Ricerca e innovazione

Finanziati sei nuovi progetti Marie Curie

19 Febbraio 2020

Si consolida il successo nella partecipazione dell’Ateneo ai bandi Marie Curie che, con un totale di 44 progetti approvati per un finanziamento di 13 milioni di euro, si confermano il programma di Horizon 2020 con il più alto numero di progetti finanziati.

La Commissione Europea ha comunicato in questi giorni ai vincitori gli esiti del bando Horizon 2020, Azione Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships 2019 (H2020-MSCA-IF-2019) che ha visto riconoscere al Politecnico 6 borse individuali per un finanziamento complessivo di 1 milione di euro. Dal 2014 ad oggi le proposte approvate in questo bando sono triplicate.

Si tratta di progetti individuali di ricerca che mirano a supportare la ricerca e lo sviluppo di carriera dei ricercatori sostenendone la mobilità internazionale, intersettoriale e interdisciplinare.

Il Politecnico ha presentato 22 proposte ottenendo il finanziamento di sei progetti della durata tra 24 e 36 mesi, che finanzieranno la mobilità transnazionale di ricercatrici e ricercatori promettenti. Inoltre, altri cinque progetti presentati dall’Ateneo hanno ricevuto il Seal of Excellence, ovvero un certificato di qualità assegnato dalla Commissione Europea a quei progetti giudicati meritevoli di finanziamento, ma non finanziabili per esaurimento del budget comunitario disponibile sul programma.

I temi di ricerca premiati riguardano la gestione e valorizzazione del patrimonio culturale, lo sviluppo sostenibile nell’industria aeronautica, lo sviluppo di sistemi a supporto dell’elaborazione di dati genetici, lo sviluppo di biomateriali per uso medico, sistemi intelligenti per la visione nel campo dei trasporti e lo studio delle trasformazioni urbane tra Cina e Africa. Questi i progetti vincitori:

  • AVATAR (Application of Virtual Anastylosis Techniques for Architectural Research) che porterà al Politecnico il ricercatore Miguel Ángel Maté González dall’Università di Salamanca.
  • BRAVO (Establishing Blend Repair limit of blisks –from A perspective of Vibration amplificatiOn) con cui il ricercatore Biao Zhou arriverà al Politecnico dalla Nanjing University of Aeronautics and Astronautics.
  • GNRECC (Gene network rewiring by an engineered CRIPSR-Cas12a variant) che consentirà a Cosimo Campa di rientrare presso Polito dopo alcuni anni di ricerca presso l’ETH di Zurigo.
  • MAGIC (Development of antibacterial MetAllic Glass mICrofibers) che consentirà a Elham Sharifikolouei di continuare la ricerca iniziata durante il dottorato ottenuto in Germania al Ruprecht-Karls-Universität Heidelberg.
  • PERIOD (Pursuing Efficient Reliability of Object Detection for automotive and aerospace applications) che riporterà in Italia Paolo Rech dall’Università Federale del Rio Grande do Sul.
  • SURGE (Sinofinancialization and urban change in Addis Ababa and Nairobi: an ethnography of private Chinese capital in African cities) che permetterà ad Andrea Pollio del Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio del Politecnico di Torino di avviare una significativa collaborazione con l’African Centre for Cities (ACC) per 36 mesi.

ll successo ottenuto testimonia l’impegno dell’Ateneo a sostegno dell’attrazione di ricercatrici e ricercatori di talento, italiani e internazionali, che il Politecnico di Torino supporta nella partecipazione a bandi competitivi europei, operando attivamente per creare un ambiente favorevole alle attività di ricerca e all’attrazione di finanziamenti. 

La prossima call H2020-MSCA-IF aprirà l’8 aprile 2020 e l’Ateneo è pronto a supportare il personale docente e ricercatore interessato ad approfondire il tema, attraverso l’infoday dedicato a questo bando, programmato per il 29 aprile 2020.

Tag