Ricerca e innovazione

Il Politecnico per "Torino City Lab"

19 Ottobre 2018

Seguendo la definizione ampia che di “Smart City” dà la Commissione Europea - si parla di “smart” economy, people, governance, environment, living - il Politecnico di Torino può vantare un ruolo di primo piano a livello nazionale e internazionale su tutti i temi che riguardano la città intelligente, sia nell’innovazione multidisciplinare richiesta dalla stretta connessione tra i cittadini e le nuove tecnologie in vari ambiti, sia nella formazione di nuovi professionisti capaci di gestire la complessità delle smart cities.

In questa prospettiva la collaborazione istituzionale tra la Città di Torino e il Politecnico su molte di queste tematiche è ormai consolidata e si fonda su esperienze comuni di progetti:  è stato presentato “Torino City Lab”, tra i cui obiettivi c’è quello di creare politiche di sviluppo economico della città che sfruttino l’innovazione e le nuove tecnologie per portare nuove opportunità alla città. Il Politecnico di Torino svilupperà casi studio e ricerche di carattere multidisciplinare che contribuiscano a rendere Torino "città intelligente", concentrandosi in particolare su tematiche collegate al policy making e all'innovazione sociale, alla mobilità, alla riduzione dei consumi energetici degli edifici e più in generale della qualità della vita degli abitanti all'insegna delle basse emissioni di anidride carbonica; l’Ateneo potrà inoltre fornire supporto tecnico in diversi ambiti (es. analisi energetica degli edifici, monitoraggio emissioni) e fornire supporto tecnico per il monitoraggio delle sperimentazioni sul territorio e delle soluzioni tecnologiche innovative di interesse pubblico che verranno testate sull’area metropolitana della Città di Torino, mettendo a fattor comune conoscenze e competenze specifiche e favorendo in tal modo l’efficienza delle azioni a beneficio della collettività.

Altra attività dell’Ateneo prevista dall’accordo per Torino City Lab sarà la valutazione degli impatti economici, sociali e ambientali delle sperimentazioni tecnologiche sulle comunità di utenti e di cittadini e lo sviluppo di studi di assistenza alle imprese e alle reti di partner per la definizione di modelli di business e sistemi di finanziamento volti a garantire la sostenibilità di lungo termine delle iniziative di sperimentazione sul territorio cittadino. Opportunità ulteriori potranno venire da progetti europei, nazionali e regionali focalizzati sul tema Smat Cities, nei quali il Politecnico potrà coinvolgere il Comune di Torino, così come dalle attività di due centri interdipartimentali dell’Ateneo, cioè l’Energy Center, a cui la Città di Torino già partecipa in quanto componente dell’Advisory Board, e Full “The Future Urban Legacy Lab”.

 

Il Politecnico infine focalizzerà in modo particolare le proprie azioni sulla digitalizzazione della città, sulla mobilità e sulla tecnologia dei droni. Queste azioni saranno svolte nel quadro dell’attività di ricerca di altri tre centri interdipartimentali: SmartData@PoliTO - Big Data and Data Science Laboratory, CARS@PoliTO - Center for Automotive Research and Sustainable Mobility e  PIC4SeR - PoliTO Interdepartmental Centre for Service Robotics. In particolare sul tema della mobilità, l’iniziativa “Torino City Lab” si inserirà nel quadro della piattaforma dell’iniziativa Knowledge Innovation Community U-Move, proposta di finanziamento al vaglio dello European Institute of Technology, che unisce centri di ricerca e aziende per lo studio di soluzioni di trasporto sostenibile e inclusivo per un nuovo concetto di mobilità urbana e che vede il Politecnico come capofila del nodo Sud Europa e la Città di Torino come città partner.