Ricerca e innovazione

Il Politecnico per “TORINO DESIGN OF THE CITY 2018: verso una città accessibile”

28 Settembre 2018

Il programma di ‘Torino. Verso una città accessibile’ raccoglie oltre 170 appuntamenti e coinvolge più di 150 enti, tra grandi e piccole realtà, con cui la città affronta il tema dell’accessibilità, un concetto che si espande anche al superamento delle barriere sociali, economiche e culturali. Il Politecnico partecipa attivamente, con il Dipartimento di Architettura e Design, all’edizione di Torino Design of The City 2018 nell’anno Europeo del Patrimonio culturale, lavorando sull’asse tematico dell’accessibilità culturale riferita a strutture, servizi e attività nella prospettiva di rigenerazione urbana e inclusione sociale, alle diverse scale e con approccio interdisciplinare.

Se l’accessibilità diventa condizione di senso anche per il patrimonio, individuare gli ostacoli che si oppongono a un suo uso quotidiano e consapevole diventa una priorità. Condividere pensieri, competenze ed esperienze è la metodologia per superare le barriere che ostacolano la partecipazione culturale, un processo indagato e messo in pratica grazie a laboratori, spettacoli teatrali, concerti, proiezioni cinematografiche e mostre. E diversi sono i progetti del DAD dedicati a queste tematiche: “VIA SACCHI. Below and beyond the arcades. Design contest for urban regeneration” sul tema della rigenerazione urbana di assi a decremento commerciale, “Cosa c'è dietro il design in Piemonte: storia e reti/Behind the design in Piedmont: history and networks” sull’accessibilità alle informazioni relative al design e alla sua storia nell’ambito territoriale piemontese, “Memorie, accessibilità, turismo dell’automotive heritage”, e ancora “Creatività inclusive: luoghi, processi e linguaggi”, “Design Quotidiano! Workshop & theater performance” e infine “Torino Mapping party 2018” che vede il coinvolgimento di volontari, mappatori esperti o semplici cittadini nell’aggiornamento e integrazione delle mappe di OpenStreetMap.