Ricerca e innovazione

Trasformare aree post-industriali in centri sostenibili: il Politecnico partecipa al progetto proGIreg

20 Luglio 2018

E’ stato presentato ad Aachen (Germania) il nuovo progetto europeo “Productive Green Infrastructure for Post-industrial Urban Regeneration (proGIreg)” attraverso il quale le città di Dortmund (Germania), Torino (Italia) e Zagabria (Croazia) mirano a sfruttare nel migliore dei modi il potenziale di aree post-industriali, grazie al coinvolgimento di ONG, associazioni e cittadini.

Il progetto coinvolgerá a Torino oltre 15 enti attivi sul territorio, tra i quali il Comune di Torino, capofila del partenariato a livello locale, e vari dipartimenti del Politecnico di Torino (Dipartimento di Architettura e Design, Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio, Dipartimento di Scienza Applicata e Tecnologia) per introdurre in città soluzioni nature-based che prevedano la messa a punto e l’utilizzo di acquaponica, piste ciclabili, aree adibite alla condivisione e alla socializzazione, tetti e muri verdi nell’area post-industriale di Mirafiori Sud.

La cittá sperimenterà un “nuovo terreno” per la coltivazione, prodotto attraverso la combinazione di compost e materiali di scarto incontaminati, e metterà a disposizione compensazioni e nuove regolamentazioni per incentivare la riduzione di CO2 nelle aziende e nell’organizzazione di grandi eventi pubblici. “Questo progetto èambizioso perchèci faràlavorare su settori di politiche pubbliche eterogenei, dalla riqualificazione urbana al supporto allinnovazione, passando per lattivitàdi inclusione sociale, la pianificazione ambientale e lo sviluppo economico” ha dichiarato Elena Deambrogio, Responsabile dell’Area Smart Cities e Sviluppo Fondi europei del Comune di Torino.

Il Politecnico è coinvolto con una serie di attività che vanno dall’agricoltura periurbana, al design sistemico, alla co-progettazione, alle definizioni tecniche e tecnologiche delle soluzioni basate sull’imitazione della natura e alla protezione dei risultati. “E importante che diverse competenze del Politecnico possano essere messe al servizio della comunità cittadina in cui il nostro Ateneo è radicato” sottolinea Silvia Barbero, referente scientifico per il Politecnico di Torino del progetto.

Le tre amministrazioni (Dortmund, Torino e Zagabria) lavoreranno con altre quattro città dell’Est e Sud Europa, Cascais (Portogallo), Cluj-Napoca (Romania), Pireo (Grecia) e Zenica (Bosnia Erzegovina) e con altre 25 organizzazioni, tra cui i coordinatori dell’Università di Aachen e l’ICLEI, la rete di Governi Locali per la Sostenibilità, per approfondire, condividere e sviluppare le soluzioni nature-based testate. “Noi dobbiamo rendere consapevoli i politici e i decision-makers del fatto che le soluzioni nature-based possano rappresentare qualcosa di piùche semplici attivitàper passare il tempo, e di quanto siano di cruciale importanza” ha evidenziato Teresa Ribeiro, Architetto del settore Ambiente della Città di Cascais.

ProGiReg èun passaggio importante per focalizzare lattenzione sulle infrastrutture sostenibili, lo sviluppo urbano e leconomia dellinnovazione” ha affermato il Dottor Axel Timple, coordinatore del progetto. “Noi siamo stati fortunati ad aver radunato in un unico gruppo di lavoro persone molto motivate e cittàseriamente impegnate e di grande esperienza; insieme mostreremo le potenzialitàdelle infrastrutture sostenibili per la riqualificazione urbana”.

Il lancio ufficiale di proGIreg si terrà a Dortmund il 25 e 26 settembre alla presenza degli oltre 40 partner di progetto.

Tag