Ricerca e innovazione

Zefiro: la maschera in 3D per la protezione di medici e infermieri

17 Aprile 2020

Zefiro è il nome scelto per il dispositivo di protezione individuale progettato per il personale medico e sanitario che in questo momento di emergenza sta operando all’interno dei reparti dedicati al Covid19: si tratta di una maschera elettroventilata a pressione positiva, che permette di proteggere integralmente il viso della persona garantendo un flusso d'aria filtrata fresca e costante. Il dispositivo si compone di una serie di elementi progettati ad hoc e di altri componenti di facile reperibilità sul mercato: i primi – progettati per la produzione in additive manufacturing - costituiscono il telaio, elemento strutturale del modello e funzionale al corretto posizionamento della maschera, alla sua stabilità e adattabilità sul capo dell’utente; i secondi, invece, assolvono le funzioni di isolamento e protezione individuale oltre che di immissione dell’aria all’interno della maschera.

L’elemento propulsore è stato la necessità di reperire dispositivi di protezione individuale, di cui si è registrata la mancanza all’interno delle strutture ospedaliere: questo ha messo in moto la collaborazione tra il virtuaLAB - laboratorio che nasce e si sviluppa all’interno della Cittadella del Design e della Mobilità del Politecnico, con l’obiettivo di diffondere la cultura di progetto con la fabbricazione digitale e il FabLab Torino, associazione che si inserisce all’interno di una rete globale per lo sviluppo e la promozione delle innovazioni.

Zefiro è un’occasione progettuale per realtà territoriali diverse, che attraverso la cultura del progetto permettono alle nuove professionalità digitali di esprimere il proprio potenziale, a partire da necessità concrete, sul territorio, anche in condizioni di isolamento” dichiara Fabrizio Valpreda, docente dell’Ateneo e coordinatore del progetto.

Tutto il materiale relativo al progetto sarà condiviso in open source con i makers ed il network dei Fablab - laboratori di Digital Fabrication -  in tutto il mondo, per permetterne una produzione distribuita e uno sviluppo collaborativo del progetto: sarà infatti possibile scaricare modello 3D e specifiche della maschera per stamparla e, dopo aver recuperato i materiali già in commercio, seguire le semplici istruzioni per l’assemblaggio.