Studenti@PoliTO

Conclusa la prima edizione della summer school SUNRISE in Sicilia

16 Settembre 2022

La Summer School SUNRISE (Seashore and UNderwater documentation of aRchaeological herItage palimpSests and Environment), organizzata dal Politecnico in collaborazione con la Società Italiana di Fotogrammetria e Topografia (SIFET) e lo Student Consortium dell'International Society of Photogrammetry and Remote Sensing (ISPRS), si è conclusa la settimana scorsa a Marina di Ragusa in Sicilia.

Alla Summer School hanno preso parte 20 studenti - aspiranti archeologi, ingegneri, architetti ed ecologi marini - provenienti da Europa, Asia e America, guidati da 17 tutor. I rilievi hanno interessato il sito attorno a un'anfora sommersa antistante Punta Secca e il bagno arabo di Mezzagnone, un edificio del VI secolo d.c. che si è conservato integralmente fino ad oggi.

Dopo la prima giornata dedicata alle lezioni teoriche, il lavoro si è spostato sul campo, dove docenti, tutor e rappresentanti delle ditte Images, Leica, MicroGeo, Stonex e Geomax (sponsor dell'iniziativa) hanno mostrato il funzionamento delle tecnologie più all’avanguardia per il rilievo integrato multi-sensore dei beni culturali con droni, laser scanner terrestri e aerei e mobile mapping systems. In parallelo si è svolto il rilievo subacqueo, durante il quale sub e snorkeler hanno collaborato per l’acquisizione di immagini fotogrammetriche dell’anfora e dei punti di controllo tramite sistemi di posizionamento GNSS. 

Nelle giornate successive i partecipanti, divisi in quattro gruppi e supportati dai tutor, hanno elaborato i dati raccolti producendo modelli 3D sotto forma di nuvole di punti e mesh, modelli digitali del terreno e di superficie e, infine, tradizionali sezioni e piante 2D. I risultati sono stati presentati ufficialmente nella giornata finale della summer school, presso la Biblioteca di Santa Croce Camerina, con un ottimo riscontro da parte degli amministratori dei comuni interessati dall'iniziativa e dei cittadini.

Le attività didattiche e di ricerca coordinate da Filiberto Chiabrando sono state condotte insieme ad Andrea Lingua e Lorenzo Teppati Losè con la collaborazione dei tutor Alessio Calantropio, Elisabetta Colucci e Francesca Matrone afferenti al Laboratorio di Geomatica per i Beni Culturali del Dipartimento di Architettura e Design-DAD e al Geomatics Lab del Dipartimento di Ingegneria dell'Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture-DIATICaterina Balletti, Francesco Guerra e Paolo Venier dello IUAV di VeneziaAldo Guastella e Giuseppe Furfaro della SIFET,  Erica Nocerino dell'Università degli Studi di SassariFabio Menna della Fondazione Bruno Kessler di Trento, Domenico Visintini dell'Università di UdineAlessandro Capra dell'Università di Modena/Reggio Emilia. Per la Regione Siciliana hanno preso parte alle attività Saverio Scerra della Soprintendenza dei Beni culturali e ambientali di Ragusa e Fabrizio Sgroi della Soprintendenza del Mare.