Studenti@PoliTO

I primi laureati del corso di laurea professionalizzante in “tecnologie per l’industria manifatturiera”

20 Luglio 2022

Si è concluso il primo corso, della durata di tre anni, della laurea professionalizzante in “Tecnologie per l’industria manifatturiera” progettato per la creazione di figure tecniche di alto profilo professionale che possano essere operative rapidamente nel settore della produzione di realtà manifatturiere.

Il Politecnico è stato il primo ateneo in Italia ad istituire un corso di primo livello ispirato al modello tedesco dando immediata attuazione al DM 6/2019 che prevede l’avvio, in via sperimentale, di nuovi percorsi di laurea a orientamento professionale.

Il 20 luglio si sono laureati i primi 8 studenti al Politecnico - ma anche in Italia - che possono vantare una formazione in grado di rispondere alle esigenze delle aziende, soprattutto PMI, interessate a figure professionali più multidisciplinari, formate alla soluzione di problemi complessi tramite metodologie learning by doing e learning by thinking; in cui le conoscenze vengono trasmesse principalmente con attività pratiche di laboratorio e attività progettuali riducendo il numero di ore dedicate alle lezioni frontali tradizionali.

La peculiarità di questo percorso formativo è infatti il rapporto con le realtà aziendali fin dal primo anno di corso e che nell’ultimo anno assume una connotazione fortemente orientata ad affrontare casi ed esperienze reali del mondo del lavoro.

Anche il Rettore Guido Saracco è intervenuto al termine della cerimonia per salutare ed incoraggiare i neo laureati: “Crediamo moltissimo nelle potenzialità della formazione che avete appena ricevuto e siamo certi che soddisferete in pieno le aspettative delle aziende che vi hanno assunti, sarete la nostra migliore pubblicità e anche, speriamo, un aiuto per migliorarci in futuro, aspettiamo i vostri consigli e suggerimenti”

“Oggi festeggiamo la conclusione di un percorso sperimentale in cui l’Ateneo ha creduto fortemente fin da subito – ha commentato il professor Carlo Rafele, coordinatore del Collegio di Ingegneria Gestionale - soprattutto perché lo ha ritenuto particolarmente adatto alla realtà produttiva del territorio e i risultati ci hanno dato ragione: la maggior parte degli studenti ha già concrete prospettive di lavoro, soprattutto grazie ai contatti avviati durante i tirocini e i project work che sono previsti fin dal primo anno”

I test di ammissione per l’Anno Accademico 2022/2023 saranno il 21 luglio per gli iscritti dal 16 giugno al 15 luglio e il 22 settembre per gli iscritti dal 16 giugno al 16 settembre 2022,