Studenti@PoliTO

Progetto Agon: 7 borse di studio per gli studenti del Politecnico di Torino

19 Settembre 2018

Garantire a giovani atleti e atlete meritevoli, provenienti da tutta Italia e dall’estero, l’accesso ai livelli più alti dell’istruzione accademica praticando contemporaneamente uno sport all’interno del circuito del Centro Universitario Sportivo di Torino: è questo l’obiettivo principale del progetto Agon. Ogni anno infatti vengono messe a disposizione 24 borse di studio, di cui 14 coprono vitto, alloggio e tasse universitarie. A queste ne sono state affiancate altre 10 solo per il pagamento delle tasse universitarie.

Quest’anno sono diverse le discipline per cui sono state assegnate le borse di studio: atletica maschile e femminile, canottaggio maschile e femminile, karate maschile e femminile, lotta olimpica maschile e femminile, pallacanestro maschile, pallavolo femminile, rugby maschile e femminile

Per l’atletica si aggiudica la borsa Sara Zoccheddu, che sta per iniziare la sua carriera accademica con l’iscrizione a Ingegneria Informatica e si è trasferita da Oristano. La sua specialità è il salto triplo, dove ha ottenuto ottimi risultati: nel 2015 ai Giochi Internazionali delle Isole, ha ottenuto il terzo posto e si è guadagnata altre tre medagli di bronzo in Minnesota ai “Knights Under the Lights”, al “Saints Invite” e al “Mississippi 8 Conference Championship”. Piergaspare Spinelli invece per il Rugby: studente di Ingegneria Aerospaziale Ha disputato cinque stagioni consecutive giocate da mediano di mischia nel CUS Ad Maiora Rugby insieme a Elia Mantelli, collega anche negli studi, Giovanni Pedicini di Ingegneria Fisica e Andrea Pietrinferni, Ingegneria Informatica. Si misurano infine sul campo di basket Giovanni Stola, playmaker pugliese iscritto a Ingegneria Biomedica che ha giocato nel campionato di serie C Gold Piemonte e Lorenzo Ripepi (Ingegneria dell’Autoveicolo) ha giocato con il CUS Torino nel Campionato Serie C Nazionale Seniores classificandosi in terza posizione.

“L’Ateneo crede nel potere formativo dello sport – dichiara Marco Barla, Referente del Rettore per le attività sportive -  L'importanza di porsi degli obiettivi anche nello sport è di fondamentale importanza perché spinge ad alzare sempre di più l'asticella. Non è assolutamente impossibile coniugare due impegni come quello scolastico universitario e quello sportivo. Ci vuole la giusta organizzazione. Il Politecnico di Torino crede nel progetto del CUS Torino. Iniziative come il “Progetto Agon” sono totalmente appoggiate dal nostro Ateneo e l'auspicio è che nei prossimi anni il Politecnico di Torino possa investire ancora di più, dimostrando quanto creda in questa iniziativa. Come già fatto in precedenza dal Presidente e dall’Assessore vorrei complimentarmi con le eccellenze sportive qui presenti perché sono uno stimolo per tanti altri ragazzi della loro età”.