In Ateneo

“Lo sport riparte in sicurezza” recepito nelle linee guida del Consiglio dei Ministri per le discipline di squadra

20 Maggio 2020

L’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato con data 18 maggio il protocollo che integra le Linee-Guida già rese note lo scorso 3 maggio sulle Modalità di svolgimento degli allenamenti per gli sport di squadra, che fa esplicito riferimento al documento “Lo sport riparte in sicurezza” presentato al ministero in data 26 aprile dal Politecnico in collaborazione con il CONI.

In particolare viene recepita la classificazione delle discipline effettuata attraverso un self-assessment  dai singoli Enti Sportivi allegata al rapporto “Lo Sport riparte in sicurezza”,  in quanto rappresenta  la base della "Classificazione delle attività sportive in relazione al rischio specifico ed esempi pratici" contenuta nel documento dell’Ufficio Sport: la tabella propone la classificazione delle attività di pratica sportiva in classi di rischio crescente da 1 a 8, che però andranno ogni volta rimodulate a seconda di circostanze specifiche quali la numerosità di soggetti coinvolti, il tipo di interazione tra i soggetti e l’ambiente in cui tali attività vengono svolte, in modo che possano essere applicate le necessarie azioni di mitigazione del rischio specifico.

Le indicazioni relative alla scelta dei giusti dispositivi per la prevenzione del contagio, al supporto tecnologico, all’attività di sorveglianza sanitaria e di formazione specifica che rappresentano il nucleo centrale del documento, vengono precedute dalla premessa che spetterà comunque alle singole Federazioni emanare protocolli attuativi che tengano conto delle specificità delle singole discipline e delle indicazioni per la gestione logistica degli impianti.

Dichiara il Rettore Guido Saracco: “Le linee guida proposte dal Politecnico hanno dimostrato la loro validità soprattutto nella metodologia adottata, che ha saputo recepire le osservazioni degli addetti ai lavori aprendosi ad un confronto costruttivo che ha approfondito e spiegato meglio numerosi aspetti peculiari, riuscendo ad ottenere l’approvazione di tutte le parti coinvolte. Presto un gruppo di nostri esperti proporrà una normativa e alcune soluzioni per mascherine per sportivi dalle eccellenti capacità di filtrazione combinate con una alta traspirabilità, necessaria per questa applicazione. In questa prospettiva il nostro gruppo di esperti sta collaborando con le Federazioni di Pallacanestro e di Pallavolo”.