Studenti@PoliTO

Perchè partecipare a EIA Torino?

3 Maggio 2017

Innovazione, networking e possibilità di imparare dai migliori. Queste le motivazioni principali dei molti ragazzi presenti ieri nell’Aula Magna del Politecnico di Torino in occasione della presentazione della seconda edizione sotto la Mole di EIA (Europen Innovation Academy) programma internazionale di innovazione e formazione sull’imprenditorialità.

Per tre settimane studenti, imprenditori, accademici e esperti del settore provenienti da tutto il mondo, vivranno un’esperienza unica e una grande opportunità per accrescere la capacità di proporre innovazione e creare impresa.

E sono proprio queste le motivazioni più condivise da chi vuole intraprendere questa esperienza: “Vorrei frequentare l’Academy per avere la possibilità di incontrare gente di tutto il mondo, di confrontare il mio sapere e di comprendere differenti punti di vista su uno stesso problema”, racconta un dottorando del Politecnico al termine della presentazione; tra le aspettative degli studenti anche il networking, con la possibilità di “conoscere mentor e specialisti, entrare in contatto con realtà strutturate e scoprire i cosiddetti strumenti del mestiere”.

Tutti aspetti che i partecipanti all’edizione 2016 di EIA Torino hanno già potuto sperimentare lo scorso anno e che, per alcuni, si sono tradotti nell’avvio di una vera e propria startup, come nel caso di Wound Viewer, nata da un brevetto del Politecnico, cresciuta nel corso della scorsa edizione di EIA e ora in finale nel contest BioUpper, che si concluderà la prossima settimana.

Ecco la testimonianza di chi ha partecipato a EIA Turin 2016:

Video